Lord Mayor Show

image
Agli inizi del XIII secolo, Londra era già una città indipendente e ricca, grazie ai commerci e ai poteri forti delle corporazioni. C’era già stato un sindaco: Henry Fitz Ailwyn, eletto nel 1191 e rimasto in carica fino alla sua morte nel 1213.
Per assicurarsi il sostegno della città, nel 1215 re Giovanni Senzaterra, con un decreto reale, aveva dato a Londra il diritto ufficiale di eleggere un sindaco. Scelto ogni anno, da un gruppo  ristretto di elettori, il sindaco avrebbe raggiunto Westminster per giurare fedeltà alla Corona. Il primo sindaco, presentato al monarca nell’ottobre 1215 fu William Hardell,  uno degli esecutori della Magna Carta, l’unico tra i firmatari a non essere stato un barone.
Da questo episodio, nacque iI Lord  Mayor’ Show, una processione spettacolare organizzata per presentare al monarca il nuovo sindaco della City.
Il Lord Mayor ha sfilato in processione ogni anno, per otto secoli, nonostante le pestilenze , gli incendi e le innumerevoli guerre, ed ha giurato fedeltà a ben 34 re e regine d’Inghilterra.
In tempi moderni, il Lord Mayor annualmente eletto è solo il capo della City of London Corporation e agisce durante il suo mandato come ambasciatore globale per l’intero settore dei servizi finanziari che hanno sede nel Regno Unito. Tuttavia, il cerimoniale che accompagna la vita amministrativa della City è molto antico e rifulge di simboli e costumi scintillanti e colorati.
Si inizia il primo venerdì di novembre con la Silent Ceremony, nella solenne cornice della medievale Guildhall, dove, in assoluto silenzio, salvo per le parole di giuramento pronunciate dal nuovo eletto, il passaggio di simboli del potere avviene secondo un protocollo che dura da secoli, e che vede il Lord Mayor uscente, togliersi il tricorno, rinunciare alla posizione, ritornare le sue regalie. E poi, il giorno seguente, c’è lo show. Che prima era una regata sul Tamigi, e, da ormai due secoli, per motivi logistici, si svolge per lo più a cavallo e a piedi attraverso le strade della City. La bella carrozza dorata, dipinta da Giovan Battista Cipriani nel XVIII secolo, che per tutto l’anno è custodita nel Museo di Londra, riprende vita e, trainata da sei cavalli, scorta il Lord Mayor nel suo tragitto verso St. Pauls e le Royal Courts of Justice, seguito da un lungo e colorato corteo di corporazioni, scuole, forze dell’ordine, associazioni, con particolare attenzione alla Ward, cioè al distretto geografico amministrativo, da cui proviene il nuovo sindaco. Star della processione e delle celebrazioni di quest’anno è la Magna Carta della City, che viaggerà in un cocchio speciale, davanti a quello del nuovo Lord Mayor, Alan Yarrow.

image

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...